Aosta è il piccolo grande capoluogo della più piccola regione italiana: la Valle d’Aosta. Situata nell’estremo nord ovest al confine con Svizzera e Francia, Aosta è ricca di un fascino culturale, che molti spesso tendono a sottovalutare, volendo organizzare viaggi all’estero che hanno poco da dire rispetto al patrimonio artistico e culturale italiano.

Una città che come Aosta trova il suo centro di interesse nell’area interna alle mura che cingono la parte storica, proprio al di fuori delle quali è possibile ammirare lo splendido Arco di Augusto, tanto per citare uno dei monumenti in zona. S. Orso rappresenta invece il più grande complesso in zona che vanta origini risalenti al periodo medievale: immediatamente collegato ad esso troviamo il campanile in stile quasi romanico, proprio collegato al complesso definito col nome di Collegiata che ospita diversi affreschi ed esposizioni.

Piazza della Cattedrale occupa la sezione di stile romanico col relativo foro di riferimento: in essa è situata proprio la cattedrale cittadina che fa da cornice alla maggior parte degli eventi a sfondo religioso che si tengono ad Aosta.

Arco di Augusto AostaRisulta inoltre possibile accedere (in determinati periodi dell’anno) al Museo del Tesoro, dove vengono conservate le maggiori opere relative ai monumenti di stampo religioso. La facciata principale della piazza racchiude tutto ciò che di architettonico è possibile ammirare ad Aosta: un sapiente mix di epoche diverse, enfatizzato dall’uso di differenti stili di costruzione che si sono susseguiti nel corso delle opere di restauro, mantenendo comunque intatto il fascino di questa porzione di città.

Possibilità di accedere ad innumerevoli monumenti da questa zona, come accade per i resti dell’anfiteatro locale e il Parco archeologico del Teatro romano, vicinissimo a dove sorge il convento di S. Caterina.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *